L’uomo era già stato denunciato e condannato nel 2008: nel suo computer migliaia e migliaia di fotografie



http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml