Erano accusati di circonvenzione d’incapace ai danni dell’anziana sorella di Alberto. “Il fatto non sussiste” ha stabilito il giudice della settima sezione penale



http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml