La Procura di Bologna ha chiesto la revoca della liberazione anticipata. Mauro Fabbri vive a pochi chilometri dalla vittima dell’agguato



http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml