L’atleta aveva deciso di donare 200 tra medaglie, coppe e riconoscimenti per aiutare la struttura in cui si allenava agli inizi della carriera. Il ginnasta: “Un affetto commovente”



http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml