Per la prima volta contestata l’aggravante per l’interesse storico-artistico del bene deturpato: fino a 3 mila euro e un anno di carcere ai writer



http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml