Stasera inizia la nuova edizione di Colorado e Paolo Ruffini e i Panpers sono stati ospiti di Max Brigante a 105 Mi Casa!

Paolo Ruffini, che torna alla conduzione del programma, si è detto emozionato e felice: “Siamo prontissimi e gasati. Siamo felicissimi di ricominciare. Sembra la solita promozione, ma parlando di Colorado, è meglio essersi divertiti” e poi ha aggiunto, spiegando che i Panpers, che da quest’anno affiancheranno Ruffini e Belen Rodriguez nella conduzione, hanno proprio iniziato da questo programma: “Ho fatto sette edizioni e i Panpers dieci. Scintilla, invece, è lì dall’inizio, quindi questa è la sua ventesima edizione.

Cosa si ricordano delle vecchie edizioni di Colorado? Andrea dei Panpers ha raccontato: “Era il periodo in cui tutti guardavano Zelig e alcuni controcorrente dicevano che non guardavano Zelig, bensì Colorado.” Ruffini, invece, ha spiegato: “Io mi ricordo Diego Abatantuono che prendeva in giro i comici. C’era questa aria rilassata ed è questo il segreto di Colorado: non tirarsela.

Colorado, a partire da questa edizione, cercherà di accontentare tutto il pubblico: “Quest’anno abbiamo un obiettivo difficile: far ridere tutti, accontentare tutte le tipologie di comicità. Abbiamo molti più comici, con tanti gusti in più. Ci sono tanti ragazzi giovani, tra cui uno con la sindrome di down, che è fantastico.

Per ascoltare le parole di Paolo Ruffini e dei Panpers ai microfoni di Max Brigante, guarda l’intera video intervista.





Source link