Sono i responsabili delle sale operative di Marina e Guardia costiera. L’11 ottobre 2013 ordinarono alla nave italiana di tenersi a distanza perché intervenissero prima i libici: ora sono accusati di rifiuto di atti d’ufficio e omicidio colposo



http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml