La nave della Ong tedesca, ferma dal 12 giugno fuori dalle acque italiane, si è rivolta alla Corte dei diritti dell’uomo, che può chiedere al governo italiano di adottare i provvedimenti necessari per impedire violazioni



http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml