Massimo Cotto è stato ospite di Max Brigante a 105 Mi Casa!

Il giornalista musicale, nonché voce di Virgin Radio, ha scritto tantissimi libri nella sua vita: “Scrivere è una di quelle cose magiche: esattamente come c’è l’adrenalina della luce rossa quando sei in radio, quando hai la pagina bianca davanti che si riempie, c’è proprio un godimento fisico.”

Il suo ultimo libro, però, si chiama Rock Live e parla dei concerti più belli a cui è stato Massimo: “I protagonisti sono i concerti più belli della mia vita: come, ad esempio, il concerto del ’79 di Patti Smith, Simon & Garfunkel a Central Park. Sono stato a più di 1500 concerti, credo che quello sia il luogo dove capisci che questo genere di musica non muore: si rigenera sempre. Capisci se c’è plastica o stoffa con il live.”

Quale parte pre-concerto preferisce? “Quando entra la gente, quello è un concerto di un concerto. Voglio credere che le persone che corrono non vogliono un posto in prima fila, ma un posto al banchetto degli dei” e poi ha aggiunto, parlando anche di un concerto che non si aspettava di amare: “Il primo concerto in assoluto non me lo ricordo. Invece, l’ultimo disco dei Muse non mi ha esaltato, non mi immaginavo che il concerto potesse essere così potente, è stato bellissimo.”

Guarda il video per ascoltare cosa ha raccontato Massimo Cotto ai microfoni di 105 Mi Casa.





Source link