Il 34enne libero da ieri dopo due anni e otto mesi di sequestro. “Non ho mai perso la speranza di tornare a casa”, ha detto ai pm romani. Dovrà però restare agli arresti domiciliari per una rapina commessa prima del viaggio al confine tra Turchia e Siria



http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml