Il rapporto di Aifa su questi farmaci sottolinea che anche se i consumi sono in lieve calo, molte ricette potrebbero essere evitate. “Probabile sovrautilizzo di amoxicillin con acido clavulanico”



http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml