Per Saafan l’assassinio del ricercatore è “un omicidio ordinario, che sarebbe potuto accadere in qualsiasi stato o a qualsiasi altra persona”



http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml