WWF e Comune di Alba Adriatica, in provincia di Teramo, organizzano per il 13, 20, 22 e 27 agosto quattro appuntamenti dedicati al fratino, nell’ambito della campagna WWF “Generazione Mare”.

Questo piccolo migratore che arriva dall’Africa, inserito tra le specie da tutelare dalla Direttiva UE “Uccelli”, è l’emblema dello stato di conservazione delle nostre spiagge ed è anche il simbolo dello stretto legame tra le abitudini dell’uomo e i delicati equilibri della biodiversità  Se una spiaggia è in cattivo stato di conservazione, inquinata e degradata, oppure livellata dalle ruspe, difficilmente sarà visitata da questo splendido piccolo trampoliere. Al contrario, la presenza di un nido di fratino è sempre un ottimo segnale dello stato di salute di un ambiente marino e di una spiaggia correttamente tutelata e conservata. 

“Il fratino è una specie strategica: tutelandola, si proteggono i delicati habitat costieri per troppi anni devastati dal cemento e da un turismo non rispettoso degli equilibri naturali. Ad esempio promuovendo la pulizia manuale e non meccanica dei lidi. Per noi è divenuto una specie simbolo” ha detto Dante Caserta, Vice Presidente WWF Italia.