Ghali è stato ospite di Max Brigante a 105 Mi Casa.

Parlando del suo nuovo singolo, I love you, il rapper ha raccontato: “è un pezzo d’amore ma non per una donna, è questa mia lettera d’amore verso un carcerato immaginario. Ho voluto usare questa frase così che può sembrare banale, riprenderla per mandare un messaggio più profondo in sè.

Ghali ha spiegato il perché della presentazione del singolo a San Vittore: “Questa era la prima volta per me in cui ho potuto utilizzare tutta l’attenzione nel lancio di un singolo, per fare qualcosa che volevo fare da tanto, qualcosa di cui parlo spesso” e poi ha aggiunto: “Finalmente mi è uscita questa canzone che era perfetta per collegare tutto il progetto, entrare nel carcere di San Vittore, dove andavo a trovare mio padre da piccolo e, in un certo senso, mi mancava perché lì ho scoperto delle cose, ho conosciuto mio padre, ho scoperto il beat box giocando con i bambini degli altri carcerati.

I love you, dunque, ha dato inizio ad un progetto che va oltre al singolo brano e videoclip: “Era un po’ come andare al parchetto e ho dei ricordi abbastanza impressi. Quest’estate c’era questa pressione del singolo che doveva uscire e ho iniziato a scrivere pensando di dedicare una canzone a un carcerato che non si può godere l’estate e intorno a ciò ho crato tutto un progetto. Non è solo il videoclip, è crearci tutto un mondo intorno.”

Per sentire cos’ha raccontato Ghali a 105 Mi Casa, guarda l’intera video intervista!





Source link