Secondo il ministero dell’Interno “la cittadinanza italiana si acquista per nascita da padre o da madre cittadini italiani”, e non basta un unione civile. I giudici hanno dato ragione a Comune e all’avvocatura per i diritti Lgbti



http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml