Alberto Bianchi, al centro dell’inchiesta della procura di Firenze, avrebbe versato 200 mila euro nelle casse dell’organizzazione che supportava la riforma costituzionale proposta da Renzi. I soldi erano parte di un compenso ricevuto per una prestazione professionale dal Gruppo…



http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml