Sono tante le curiosità che si nascondono dietro i comportamenti e le abitudini delle specie più iconiche che abitano sul nostro pianeta.

Ecco cinque cose da sapere sulle giraffe: 

1. Collo lungo e cuore grande 

Il collo lungo è il carattere distintivo delle giraffe, ma forse non molti sanno che questi eleganti mammiferi hanno solo sette vertebre cervicali, esattamente come l’uomo, con la “piccola” differenza che ogni vertebra di giraffa misura fino a 25 centimetri. Ma hanno anche un gran cuore: a causa della loro particolare morfologia, le giraffe possiedono un sistema cardiovascolare altamente specializzato, con un cuore che pesa 11 chili ed è lungo 60 centimetri.  
 

2. Veloci a scappare ma non indifese 

Sulle brevi distanze, le giraffe riescono a correre a una velocità di 56 chilometri orari, e quindi- se vengono attaccate da un predatore- sono più propense a scappare  piuttosto che a reagire, ma non per questo sono indifese. Un calcio veloce sferrato dalla lunga zampa di una giraffa, infatti, può ferire gravemente o perfino uccidere un leone.
 

3. Acqua ogni due giorni ma tanto cibo 

Sembra incredibile, ma le giraffe hanno bisogno di bere solamente una volta ogni due giorni: la maggior parte dell’acqua di cui hanno bisogno, infatti, proviene  dai vegetali che fanno parte della loro dieta. Il fatto di doversi abbeverare così poco è un fattore positivo per la giraffa: la lunghezza del suo collo non le rende facile il processo di una bevuta  e la posizione che è costretta a prendere in queste occasioni la rende più vulnerabile ai predatori.


4. Un brusco benvenuto per i cuccioli 

Quando una femmina di giraffa sta per dare alla luce i suoi cuccioi, raggiunge spesso il luogo in cui lei stessa è nata. Qui i neonati ricevono un brusco benvenuto al mondo, perché cadono da circa un metro e mezzo d’altezza. Per fortuna, però, i cuccioli di giraffa sono in grado di alzarsi in piedi e camminare già dopo un’ora dalla nascita.


5. Stese a dormire ma solo per pochi minuti 

Le giraffe di solito dormono in piedi, anche se in alcuni casi è possibile trovarle accoccolate al suolo, ma solo per pisolini davvero brevi, di circa 6 minuti, perché si tratta di una posizione davvero vulnerabile.