Per la Suprema Corte non si tratta di semplici ingiurie, che sono depenalizzate. “Vengono lette anche da persone terze, c’è lesione della reputazione”. I giudici si sono espressi in merito a una lite  fra ragazzini. Uno di loro aveva scritto un messaggino carico di epiteti…



http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml