La commissione parlamentare antimafia toglie il segreto sulle audizioni del magistrato a Palazzo San Macuto, fra l’84 e il 1991. Il fratello del giudice polemico: “Tanti atti ancora segreti negli archivi di Stato”



http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml