Il neo parlamentare europeo di Democrazia solidale: “Mi sono vergognato per gli insulti alla capitana. I porti non sono chiusi, continuano gli sbarchi fantasma, l’unica risposta sono i corridoi umanitari. Mi batterò in Europa perché le cose cambino”



http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml